Home Bellezza Calli e duroni ai piedi: cause, rimedi naturali e come toglierli

Calli e duroni ai piedi: cause, rimedi naturali e come toglierli

385
0
Come eliminare calli e duroni ai piedi: cause e rimedi naturali efficaci e veloci. Scopri cosa per togliere i calli e i duroni dai piedi, cosa fare per prevenirli e i migliori rimedi naturali contro calli e duroni ai piedi.

I talloni screpolati purtroppo non sono l’unico problema che affligge i piedi, anche calli e duroni fanno la loro parte. Quali sono le cause ed i rimedi naturali per i calli e duroni ai piedi? Si possono eliminare? Lo scopriamo a breve.

Calli e duroni: qual è la differenza

Partiamo specificando che calli e duroni non sono la stessa cosa, hanno delle differenze.

I calli sono:

  • di piccola dimensione;
  • duri o molli, i primi sono localizzati sulla parte superiore e laterale delle dita mentre i secondi nello spazio fra le dita (quinto e quarto dito e metatarsi);
  • i calli duri sono gialli e chiari, secchi e cerosi;
  • i calli morbidi sono biancastri e gommosi;
  • fanno male se toccati.

I duroni sono:

  • di dimensioni più grandi rispetto ai calli;
  • non hanno bordi ben definiti;
  • sono localizzati fra la pianta del piede e le dita, in corrispondenza a dover c’è maggior attrito fra piede e scarpa o terreno;
  • non causano dolore alla pianta del piede.

Hanno dunque qualcosa in comune? Sì la causa.

Calli e duroni ai piedi: le cause

Sia i duroni che i calli si originano a causa dello sfregamento del piede contro la scarpe. Questa pressione o sfregamento causa la morte delle cellule superficiali, che a guisa di protezione, della parte infiammata, s’induriscono e s’ispessiscono.

I calli molli invece si causano allo stesso modo, ma a causa del sudore che ristagna non induriscono.

La causa primaria di entrambi sono le calzature:

  • scarpe strette;
  • scarpe e calze non traspiranti;
  • scarpe con il tacco;
  • scarpe troppo grandi o slacciate;
  • scarpe aperte come i sandali;
  • scarpe con cuciture in rilievo all’interno;
  • scarpe con suola sottile;
  • calze che formano pieghe o ruvide o non indossarle proprio.

Ci sono poi delle particolari condizioni per cui si è più esposti alla comparsa di calli e duroni ai piedi:

  • chi soffre d’alluce valgo;
  • chi ha i piedi piatti;
  • dita a martello;
  • piede deforme;
  • età;
  • diabete.

Calli e duroni ai piedi: i segni della loro presenza

Come anticipare calli e duroni?

Se noti che si forma un bozzo in rilievo sulle dita, quello può essere un callo. Un gonfiore sospetto va tenuto d’occhio, così come le zone in cui la pelle diventa rossa, secca, ispessita, ruvida, dolorante o traslucida. Dolori da sfregamento sulla pianta indicano una possibile comparsa di duroni.

Cosa fare? Se il callo o il durone sono agli inizi si può intervenire con i rimedi naturali, diversamente se persistono, son molto infiammati e non si riesce ad eliminarli occorre rivolgersi al medico.

Riassumiamo le cause di calli e duroni:

  • sfregamento;
  • attrito eccessivo;
  • compressione che danneggia la microcircolazione.

Perché calli e duroni dei piedi vanno eliminati? Perché son dolorosi e fastidiosi e perché possono esser veicolo per infezioni batteriche e micotiche.

ATTENZIONE: se si soffre di diabete non intervenire su calli e duroni senza aver consultato prima il medico.

Calli e duroni ai piedi: rimedi naturali

Per prima cosa io mi sento di sconsigliare scrub e pietra pomice se c’è infiammazione, prima si leva l’infiammazione e poi il callo o durone che sia, se si è diabetici poi si va dritti dal dottore e si seguono le sue istruzioni.

Come inizio, per eliminare i calli e duroni ai piedi suggerisco un bel pediluvio fai da te: sale per sgonfiare e togliere l’infiammazione, bicarbonato per alleviare e riposare il piede, quindi anche entrambi volevo.

Cosa si può aggiungere a questo pediluvio? Olio essenziale di calendula, di lavanda e tea tree oil; la camomilla ed il succo di limone.

Se la zona da trattare è molto ruvida e secca, suggerisco questo pediluvio: latte tiepido, miele ed olio d’oliva.

Anche un pediluvio di sola camomilla calda (non bollente) con l’aggiunta di olio evo può esser un’ottima idea.

Il tempo di ammollo è 15 minuti, al massimo, dopodiché i piedi vanno asciugati benissimo e non lasciati umidi, quindi si procede con la pedicure.

Nel caso di calli e duroni, non infiammati o doloranti, prepariamo uno scrub finissimo con:

  • miele;
  • gel d’aloe;
  • bicarbonato di sodio;
  • olio d’oliva.

Si deve massaggiare, non sfregare altrimenti si ottiene l’effetto contrario!

Una volta che si è riusciti ad eliminare la pelle morta, si può rigenerare la sottostante. Come? Con il burro. Il burro di cocco, quello di karitè o quello del supermercato che è bello grasso. Si prepara una maschera con un tipo di burro, un olio vegetale e vi si addiziona miele o gel d’aloe.

Se eventualmente si ha in casa solo dell’olio evo e del miele, vanno bene comunque. Meglio far intiepidire un po’ l’olio senza scaldarlo, non deve esser caldo!

Interessante la maschera con farina d’avena, miele, yogurt e avocado frullato ma dopo è necessario massaggiare i piedi con un olio naturale, di cocco magari, e quando si è asciugato metter una buona crema idratante. Di olio ne bastano poche gocce altrimenti per farlo asciugare ci vorrà un giornata, molto bene l’olio di ricino che è un toccasana anche per le unghie.

Se si soffre spesso di questo problema, io consiglierei di preparare un oleolito in casa alla camomilla (vera, cioè i fiori non le bustine) e buccia di limone, poca. Una volta maturato al buio, un mese circa, si filtra e lo si usa per i massaggi.

Come si evitano calli e duroni ai piedi?

Ecco qualche consigli per prevenire la formazione di calli e duroni:

  • indossare sempre scarpe comode e traspiranti;
  • evitare di camminare scalzi su superfici ruvide e calde;
  • fare spesso pediluvi fai da te ammorbidenti;
  • tenere sempre la pelle morbida e nutrita con creme ed oli, specie in estate.

Se il callo persiste, si riforma o non si elimina facilmente ma soprattutto è molto infiammato o molto dolente (e se si è diabetici o si ha una certa età) è bene rivolgersi ad un esperto.

Lascia un commento. La tua opinione per noi è importante!