Home Bellezza Manicure fai da te: prodotti, strumenti e tutorial passo passo

Manicure fai da te: prodotti, strumenti e tutorial passo passo

Come fare la manicure fai da te in casa? Scopri come fare la manicure in casa da sola senza andare dall'estetista, quali prodotti e che strumenti usare, i nostri consigli per la cura delle unghie e delle mani e cosa fare per avere unghie e mani perfette, belle e curate.

431
0
Come fare la manicure in casa (fai-da-te): consigli e tutorial passo passo. Scopri come fare la manicure in casa da sola senza andare dall'estetista, quali prodotti e che strumenti usare, i nostri consigli per la cura delle unghie e delle mani e cosa fare per avere unghie e mani perfette, belle e curate.

Con l’arrivo della primavera è importante avere mani belle e curate, quindi una buona manicure fai da te diventa indispensabile. In questo articolo, troverete una guida passo per passo su come fare la manicure in casa, tutto l’occorrente (prodotti e strumenti) e i nostri consigli su come avere le unghie e le mani perfette senza spendere una fortuna dall’estetista.

Mani sempre belle, curate ed al top, chi non le vorrebbe? Certo non ci possiamo sempre permettere di fare una costosa sedute di manicure, possiamo invece imparare a curare le mani e le unghie a casa.

Non è solo una questione di estetica, avere mani in ordine e curate è un segno di bella presenza e di attenzione per se stessi.

A chi piacerebbe andare in giro con unghie sfaldate, spezzate e dita ruvide come carta vetrata? A nessuno penso. Ecco perché bisogna dedicare un po’ di tempo a se stessi e ritagliarsi il tempo per la manicure fai da te.

In ambito interpersonale conta molto non avere mani sgradevoli ma curate, che comunichino che siamo persone che vogliono essere ed apparire sempre al meglio.

I vantaggi della manicure fai da te

Perché fare fare la manicure in casa? Ecco i principali vantaggi:

  1. Mani sempre curate ed al top in qualsiasi occasione;
  2. Prevenzione di unghie fragili, micosi;
  3. Aumento dell’autostima;
  4. Risparmio;
  5. Comoda e rilassante: niente stress da traffico/appuntamento/estetista.

Piccole curiosità sulla manicure: la moda prende vita nel VIII secolo ma è unisex, mentre negli anni ’20 diventa un’esclusiva delle donne. Ovviamente nel corso del tempo sono cambiati gli strumenti ma è rimasto un vezzo oltre che una coccola per se stesse (richiesta ormai anche molto dai maschietti).

Manicure fai da te: cosa serve per farla in casa

Ecco cosa serve per fare la manicure in casa:

  • catino d’acqua tiepida;
  • sapone idratante;
  • sali da bagno;
  • limette di cartone (o un cubo levigatore a quattro facce per limare, levigare, lucidare);
  • tagliaunghie (ben pulito);
  • bastoncino per cuticole (meglio in legno di arancio);
  • olio evo o di mandorle dolci;
  • crema idratante;
  • smalto trasparente (per preservare l’unghia da agenti esterni e dai pigmenti colorati dell’altro smalto);
  • smalto neutro o colorato;
  • solvente senza acetone (meglio anzi se contiene vitamine);
  • ovatta.

Come fare la manicure in casa: tutorial passo passo

Vediamo dunque, passo dopo passo, come fare la manicure fai da te in casa con prodotti naturali.

Passo 1: Solvente

Muniti di cotton fioc ed ovatta, imbevuti di solvente, rimuoviamo anche la più piccola traccia di smalto vecchio.

Passo 2: Mani pulite

Si dia inizio all’operazione mani pulite! No, non è una questione politica…è una questione di germi! E’ inutile farsi la manicure con le mani sporche, quindi: massaggiare le mani con un sapone non aggressivo e risciacquare con acqua tiepida. Magari ci scappa anche uno scrub per le mani, delicato, non è una cattiva idea. Ne preparo uno al volo:

  • sale qb;
  • limone qb;
  • 2 gocce di tre tree oil;
  • olio evo qb.

Amalgamare il tutto e massaggiare delicatamente. Risciacquare con acqua fredda.

Cos’è questa storia dell’acqua calda e dell’acqua fredda? Semplice, questa mini “doccia scozzese” ravviva la circolazione. Più circolazione, più ossigeno, più nutrimento uguale pelle più bella.

Passo 3: Relax

Si passa alla fase tre: total relax. Acqua tiepida, sali da bagno ed immersione delle mani per venti minuti minimo. Questa fase fa sì che le unghie e le cuticole si ammorbidiscano.

Passo 4: Cuticole dentro

Asciughiamo perfettamente le mani e massaggiamole con olio evo o di mandorle dolci, quindi con il bastoncino in legno d’arancio spingiamo dentro le cuticole. Mai tagliarle! Ecco perché: servono a proteggere il bordo dell’unghia e l’unghia stessa, se la cuticola viene rimossa si da libero accesso all’ingresso di microbi, batteri e funghi. Il risultato sono unghie disastrate.

Passo 5: Modellamento

Con la limetta procediamo a dar forma all’unghia, dev’esser squadrata, diversamente si va incontro all’unghia incarnita. Le unghie vanno limate dall’alto verso il basso con la lima inclinata e con un movimento dall’esterno verso l’interno, se no l’unghia si sfalda. Si passa quindi al cubo per lucidare e levigare.

Passo 6: Smalto trasparente e colorato

Siamo pronti per il passo 6 della nostra guida su come fare la manicure in casa: applicare uno smalto trasparente rinforzante che protegga e indurisca l’unghia. E’ meglio comprare uno smalto di buona qualità onde evitare di ritrovarsi con unghie ingiallite. Una volta asciugato stendiamo una passata di smalto neutro o colorato. Si può poi scegliere di applicare french, stickers o piccoli disegnini. Finito? No, dopo che tutto è asciutto si aggiunge un’altra mano di smalto trasparente.

Passo 7: Idratazione

E siamo giunti al settimo step della manicure fai da te: idratare le mani. A tale scopo scegliamo una crema idratante mani con un buon INCI che non contenga schifezze chimiche che ci faranno pentire con il tempo d’averla comperata. Massaggiare a fondo, questo è il segreto!

Manicure fai da te: consigli, trucchi e segreti per mani perfette

Amo andare a caccia dei “trick” ovvero i trucchi per raggiungere un obiettivo in modo semplice, senza tanto sforzo. Meta: mani perfette e unghie perfette, ecco i trucchi da seguire per fare una buona manicure in casa.

1. Guanti: sempre e comunque, quando pulisco casa, quando esco e c’è un gelo che potrebbe trasformarmi in un ghiacciolo o quando faccio bricolage. Hai voglia altrimenti a fare manicure homemade!

2. Crema per le mani mattina e sera, senza eccezioni.

3. Stop ai funghi: non è mai stagione di funghi per le unghie, quindi se si notano dei puntini bianchi mai lesinare sul tea tre oil, ne bastano due gocce miscelate in olio di mandorle dolci, si massaggia e si attende.

4. Fare maschere ed impacchi sempre e comunque: perché la maschera al viso sì ed alle mani no? Le maschere sono molto importanti, quindi via libera ad oli vegetali (evo, jojoba, ricino, germe di grano e mandorle dolci), avocado, limone, cetriolo, burro di cocco, burro di karitè, olio di argan ed oli essenziali (limone, tea tree e rosa mosqueta).

5. Non ho il bastoncino in arancio per le cuticole! No problem: va bene lo stuzzicadenti con la punta smussata.

6. Quale limetta scegliere? La lima curva è ideale per addolcire i lati delle unghie, la lima dritta è indicata per accorciare le unghie naturali o ricostruite.

7. Niente sali da bagno? Immergi le mani in acqua calda in cui avrai sciolto quattro cucchiai di sale grosso e due gocce di olio essenziale di lavanda.

8. Alimentazione pro unghie forti e sane: è importante integrare calcio, ferro, zinco e vitamine (leggi anche: Come rinforzare le unghie).

9. Non ricostruire le unghie troppo spesso.

10. Togliere lo smalto come il trucco e non lasciarlo mai troppo a lungo sull’unghia che ha bisogno di traspirare, quindi metterlo solo quando serve e poi levarlo.

I “trucchi” per avere delle mani pulite

Come avere sempre delle mani pulite? Un vecchio sistema della nonna consiste nel mettersi la crema sulle mani e poi infilarle in un paio di guanti che terrete tutta la notte.

Potete anche fare un bagno nell’olio d’oliva tiepido una volta alla settimana.

Per schiarire le mani: frizionatele con un limone tagliato in due. Da secoli non hanno trovato niente di meglio del limone per sbiancare le mani.

Per togliere le macchie di nicotina: un pezzo di cotone imbevuto nell’acqua ossigenata. Per togliere le macchie scure di vecchiaia: bisogna sottoporsi ad un trattamento di neve carbonica da un dermatologo (ricordatevi che il sole le accentua).

I problemi di certe mani

Le mani sempre umide, o rosse, o screpolate, o troppo ruvide, sono spesso il corollario di una carenza di cure parallela a dei disturbi nervosi, endocrini o vitaminici. In tutti questi casi bisogna consultare un medico. Le mani umide sono spesso la conseguenza di uno squilibrio neurovegetativo. Si può rimediare usando un sapone al tannino e delle frizioni di alcool canforato.

Le mani rosse sono spesso la disperazione delle ragazze: immergendole alternativamente nell’acqua calda e nell’acqua fredda, terminando con un bagno freddo, la situazione dovrebbe migliorare un po’. Questa ginnastica inflitta ai capillari è benefica.

I geloni, questa maledizione delle pelli secche, provocati dalle temperature eccessive o da una carenza di vitamine, si attenuano grazie a delle frizioni di alcool canforato e a dei massaggi con una crema alla glicerina.

Le cure per le mani, semplici abitudini (da non sottovalutare!)

Le donne generalmente amano truccarsi e hanno cura dei i loro occhi o del loro sorriso, ma non  prestano molta attenzione alla cura delle loro mani. Limano le unghie, si mettono lo smalto… e tutto si limita a queste due operazioni, credendosi a posto… Come ultima tappa della toilette è anche la più mancata, bisogna riconoscerlo. In effetti, la cura delle mani dovrebbe cominciare con delle abitudini semplici che dovrebbero essere istintive.

Innanzitutto proteggetele dai loro nemici: il freddo, il caldo, i detergenti troppo violenti, i detersivi, il bagnarsi e spesso le mani, i lavori troppo pesanti, portando dei guanti: guanti di gomma quando lavate i piatti, grossi guanti di pelle per il giardinaggio; fategli fare della ginnastica.

I pianisti hanno delle “buone mani” perché in più del suonare, ogni giorno, per acquisire agilità, obbligano le loro dita a certi esercizi: mettete le mani sul tavolo, piatte, alzate le dita, e una per una, più in alto possibile per venti volte ognuna.

Chiudete ed aprite con forza le mani, dita ben tese, dieci volte di seguito.

Fate battere le dita sul tavolo, con  la mano curva come se teneste un arancio e fate lavorare tutte le dita separatamente.

Il gomito appoggiato sul tavolo, fate girare la vostra mano intorno al polso nei due sensi. Sempre con lo scopo di dare forza alla vostra mano, stringete con forza una pallina di plastica tra le dita o cercate di strappare un giornale piegato in due, poi in quattro ecc…

Tutti gli esercizi, come quello di lavorare la pasta, sono eccellenti!

Massaggiatele ogni tanto con una crema grassa (alla glicerina per esempio) per migliorarne la circolazione, nella maniera seguente: il gomito appoggiato sul tavolo, massaggiate prima il palmo di ogni mano dalla base delle dita verso il polso, poi il dorso della mano, sempre verso il polso.

Fate la stessa cosa per le dita che massaggerete una dopo l’altra, dall’estremità verso la base facendolo con il pollice, l’indice e il medio; lavatevi spesso le mani: sono ricettacolo di microbi.

Comunque evitate l’acqua troppo fredda o troppo calda. Soprattutto prendete l’abitudine di asciugarvele molto bene evitando le salviette di carta, che irritano l’epidermide, e l’asciugatore ad aria calda che le disidrata.

Se la vostra pelle è molto secca e sopportate male i frequenti lavaggi, alternate un sapone normale con un sapone acido. Potete anche addolcire l’acqua con un cucchiaino di borato di sodio.

Dimmi che mani hai, ti dirò chi sei…

Per finire, ecco alcune curiosità sulle mani.

Mani grandi, rettangolari, con pelle secca e con articolazioni apparenti, ma con unghie pulite, tagliate corte, sono mani di una sportiva un po’ brusca ma franca e tutta d’un pezzo.

Mani piccole, bianche e paffute, abbastanza fini e piene di fossette, sono rivelatrici d’una natura da seduttrice, leggermente misteriosa e un po’ falsa, ma che non manca di fascino.

Mani lunghe, fragili, pallide, dita fini ed allungate rivelano un carattere sognatore, sensibile, dolce e con molta immaginazione, soggetto a scoraggiarsi e a stancarsi e senza un gran dinamismo.

Mani lunghe e secche, calde, di colore beige rosato, con unghie curate, articolazioni marcate sono mani di un’organizzatrice. Un palmo grasso leggermente sudaticcio tradisce una coscienza elastica e l’amore per la buona tavola, invece le dita screpolate con le unghie rosicchiate sono per gli psicologi un segno di squilibrio nervoso innegabile.

Una mano piccola, che si fa stringere, senza reagire, da un’altra mano, denota timidezza e mancanza di fiducia in se stessi; diafana, appartiene ad un essere ripiegato su se stesso; azzurrognola, è segno d’una cattivissima circolazione, a volte anche d’una malattia di cuore.

Unghie bordate di nero (soprattutto negli uomini) e molto lunghe, denotano pigrizia, mollezza e anche vigliaccheria.

La stretta di mano può rivelare molte cose su una persona. Non stringete troppo violentemente la mano del vostro interlocutore: penserà che cerchiate di imporre la vostra personalità.

Ma non tendete mai due dita con non curanza: denota indifferenza nei riguardi dell’interlocutore.

Evitate soprattutto l’orribile mano molle, senza carattere che denuncia nello stesso tempo mancanza d’energia, ipocrisia e indifferenza.

Lascia un commento. La tua opinione per noi è importante!