Home Rimedi Naturali Brufoli: cause, rimedi naturali e cosa fare per eliminare i brufoli per...

Brufoli: cause, rimedi naturali e cosa fare per eliminare i brufoli per sempre

87
0
CONDIVIDI
Brufoli - rimedi naturali veloci e consigli su come eliminare i brufoli in modo naturale
Brufoli: cause, rimedi naturali e cosa fare per eliminare i brufoli per sempre. Scopri quali sono le cause dell'acne, cosa fare per prevenire la comparsa, come eliminare i brufoli in modo naturale, cosa mangiare, gli alimenti da evitare e i migliori rimedi naturali contro i brufoli sul viso.

L’acne, che viene definitiva volgarmente “brufoli”, è una malattia che si presenta soprattutto durante la pubertà e colpisce entrambi i sessi, si tratta di una manifestazione dermatologica in cui si assiste alla formazione di piccoli rilievi cutanei.

Questi rilievi sono di colore rosso e al loro interno possono contenere siero, pus o sebo, compaiono soprattutto sul viso, in particolare nella zona della fronte, sul mento, sulle guance, sulla schiena, sulle spalle, mentre risulta essere decisamente più rara la comparsa su collo e sterno.

I brufoli possono avere origini diverse, infiammatorie e non infiammatorie con differenze molto importanti che permettono di individuare la giusta cura; i brufoli di tipo non infiammatorio sono piccoli rilievi che si formano in corrispondenza dei pori della pelle, di colore nero o marrone scuro e contengono sebo, batteri o cellule della pelle morte.

Se i brufoli sono di tipo infiammatorio appaiono come piccole pustole di colore rosso, di facile rottura, che all’interno contengo sebo, sono riconoscibili per la punta bianca che si crea in presenza di pus.

Brufoli: le cause

Le cause dei brufoli possono essere svariate e presentarsi anche contemporaneamente, tra queste evidenziamo lo squilibrio ormonale, un’eccessiva produzione di sebo, l’uso di alcuni farmaci che come effetto collaterale hanno la comparsa di acne, l’accumulo di batteri, cosmetici, stress psicologico.

Se i brufoli si presentano in età giovane solitamente la causa è legata a uno squilibrio ormonale, mentre da adulti può essere una conseguenza dello stress.

Nonostante gli studi, non si è ancora ben definito qual è il meccanismo che porta alla formazione dei brufoli, generalmente sarebbe la troppa sensibilità dei follicoli a vari stimoli che causa l’infiammazione e fa proliferare i batteri.

In molti casi, i brufoli scompaiono da soli nel tempo, mentre in altri è una manifestazione costante, fastidiosa che crea anche molti disagi psicologi legati all’aspetto esteriore.

Acne: i sintomi

Quando un brufolo si forma si ha una sintomatologia caratterizzata dalla presenza di pus e dall’infiammazione del follicolo. Inizia con un piccolo nodulo infiammatorio vicino al pelo, che va a interessare rapidamente anche il derma e l’ipoderma.

Col passare del tempo, la piccola lesione inizia a notarsi ancora di più, con arrossamento e gonfiore, alla punta si nota la presenza di pus che si svuota esternamente dopo qualche giorno.

Al termine di questo processo, vi è l’eliminazione del connettivo necrotico che contiene la guaina del pelo, all’interno del quale si può presentare un residuo di pus misto a sangue.

La ferita scompare abbastanza velocemente, mentre la causa infiammatoria ci mette un po’ di più prima di sparire del tutto.

Ci sono casi in cui i brufoli confluiscono tra di loro creandone un unico voluminoso e dolente che può portare anche malessere generale e febbre.

Come prevenire i brufoli

Un esiste un modo certo per prevenire la comparsa dei brufoli, soprattutto per quelle persone che hanno predisposizione genetica, ma si possono adottare alcune misure che diminuiscono l’uscita dell’acne.

Evitare di esagerare con l’uso di medicazioni e cosmetici, una pelle irritata può essere più predisposta ai brufoli; evitare di toccarsi la faccia e di spremere i brufoli, i batteri presenti possono penetrare nei pori della pelle e peggiorare la situazione.

Evitare di indossare vestiti stretti che impediscono alla pelle di respirare e che possono renderla ancora più grassa e quindi sporca e moltiplicare i batteri.

È necessario lavare la faccia almeno un paio di volte al giorno, meglio mattina e sera, per liberarsi da grassi e sporcizia.

Usare saponi delicati ed evitare l’uso di astringenti forti e cloranti per il viso che possono irritare la pelle, meglio optare per prodotti idratanti e cosmetici con base acquosa.

Dopo una giornata, rimuovere il trucco da viso, perché questo occlude i pori della pelle e rende difficile l’evaporazione del sudore, favorendo la comparsa di brufoli.

Molta attenzione allo stato di salute generale, riposare sufficientemente ed evitare di poggiare la parte interessata dei brufoli sul cuscino, perché potrebbe ugualmente non respirare come nel caso dei vestiti stretti.

Importante mangiare cibi sani, una dieta equilibrata rende la pelle più sana e rilassarsi il più possibile, perché lo stress può portare alla comparsa di brufoli.

Brufoli: i rimedi naturali per eliminarli velocemente

Esistono diversi rimedi naturali contro i brufoli che si possono provare come aggiunta ad una cura specifica data dal dermatologo, oppure, come prima alternativa se non volete subito ricorrere a creme e medicinali.

Ecco cosa può aiutare ad eliminare i brufoli:

  1. Si è scoperto che i brufoli reagiscono positivamente alla vitamina A, per questo si consigliano integratori alimentari o alimenti che la contengono (ecco gli alimenti più ricchi di vitamina A: olio di fegato di merluzzo, fegato di tacchino, carote, verdure scure, aglio, tarassaco, melone, pesche, albicocche).
  2. Si può fare una pasta di foglie di fieno greco, schiacciando le foglie, poi si applica sul viso la sera e al mattino si risciacqua con acqua calda.
  3. Anche la buccia d’arancia è un ottimo rimedio, bisogna pestarla e aggiungere un po’ d’acqua e poi applicarla sulle zone interessate.
  4. Bicarbonato di sodio: amalgamate succo di limone con un cucchiaino di bicarbonato di sodio e con un po’ di cotone, applicate sul viso nei punti più infiammati. Lasciate agire per qualche minuto poi lavate il viso con acqua tiepida.
  5. Aloe vera: basta applicare il gel di aloe vera sulla parte colpita dall’acne.
  6. Cipolla: contro i brufoli potete tagliare la cipolla fresca a strisce e applicarle direttamente sul viso, oppure utilizzatene il succo tamponando la zona colpita dall’acne. Grazie alle sue proprietà antimicrobiche la cipolla aiuta a combattere i batteri che causano l’acne.
  7. Il limone, antinfiammatorio naturale, riduce le dimensioni e l’intensità dei brufoli, basta applicare qualche goccia di succo di limone sui brufoli.
  8. Argilla verde: viene utilizzata come rimedio naturale contro l’acne soprattutto sotto forma di maschera per il viso, da applicare sulle zone interessate, per via del suo potere purificatore e igienizzante in profondità. Ecco come preparare una maschera viso purificante all’argilla verde: in un recipiente mescolare l’argilla verde con succo di limone in modo da ottenere una crema non eccessivamente liquida. Applicare sul viso per 15 – 20 minuti, poi lavate il viso con acqua tiepida.
  9. Aceto di mele: presenta proprietà antifungine, antibatteriche e  antivirali che aiutano a prevenire le infezioni acneiche e della pelle. L’ aceto di mele può essere utilizzato per uso topico, come un toner facciale. Ecco come fare per preparare il toner: mescolare l’aceto di mele con acqua nella misura di due a tre volte più dell’ aceto. Quando siete pronti ad usarlo, prima lavare il viso quindi, applicare il composto di acqua e aceto con un batuffolo di cotone e non lavare via subito. Una volta che è asciutto, lavare il viso con acqua tiepida.
  10. Infine, ottimo rimedio è quello di strofinare l’aglio crudo sui brufoli più volte al giorno, oppure, si possono mangiare tre spicchi a crudo ogni giorno per un mese per vedere i miglioramenti.

Consigli utili contro i brufoli sul viso

Evitare di spremere i punti neri o bianchi, perché si potrebbero causare infezioni o cicatrici; lavare il viso e la zona interessata dai brufoli con acqua e sapone delicato.

Inoltre, ci sono alcuni miti da sfatare sulla comparsa dei brufoli: non è vero che i cibi grassi li fanno uscire, come non è assolutamente vero che l’acne è causata dalla sporcizia, anzi, lavare continuamente la pelle con prodotti aggressivi, può peggiorare la situazione.

L’uso di cosmetici non peggiora davvero la situazione, soprattutto se si scelgono dei cosmetici che non ostruiscono i pori.

Dieta contro l’acne: cosa mangiare e gli alimenti da evitare

In presenza di acne è importante seguire un’alimentazione naturale e sana, per esempio a base di cereali integrali che contengono vitamine del gruppo B, oppure, frutta e verdura, legumi, da preferire zucca, carote, albicocche e melone, ricchi di vitamina A.

La vitamina A influisce positivamente sulla pelle, la mantiene liscia, morbida, elastica e giovane.

Si consiglia di evitare carni rosse o bianche piene di ormoni, come quelle di pollo e vitello, preferendo pesce ricco di omega 3 e omega 6, fondamentali per regolare le infiammazioni.

Infine, un buon aiuto potrebbe venire dal consumo di semi di lino, di sesamo, di zucca e di girasole, di oli vegetali e di lino, che sono ricchi di sostanze nutritive che influiscono positivamente sulla salute della pelle.

Se vogliamo ridurre la comparsa dei brufoli per prima cosa dobbiamo consumare alimenti che non appesantiscono il fegato, per cui bisogna evitare dolci e preparati con farine raffinate, soprattutto quelli industriali che all’interno contengono zucchero bianco, cioccolato e grassi.

Evitare anche cibi fritti, margarina, mais, oli vegetali, olio di palma, di colza, di semi di girasole, i grassi saturi presenti in latte e derivati, come carne, salumi e tutti i grassi animali, alcol, snack, patatine, cibi fritti e merendine.

Seguire questi accorgimenti aiuterà a prevenire la comparsa dell’acne sia in età giovane che in quella adulta, la salute va preservata anche a tavola, fare le scelte giuste può aiutare, non solo sulla pelle ma anche per il benessere psico-fisico di tutto l’organismo.

In caso di acne grave è sempre consigliabile rivolgersi al proprio medico di famiglia o ad uno specialista della pelle.

CONDIVIDI

Lascia un commento. La tua opinione per noi è importante!