Home Rimedi Naturali Influenza: cause, sintomi, cosa fare e rimedi naturali

Influenza: cause, sintomi, cosa fare e rimedi naturali

80
0
CONDIVIDI
Influenza - rimedi naturali, cosa fare, mangiare e prendere
Influenza: cause, sintomi, cosa fare, cosa prendere e rimedi naturali veloci. Scopri quali sono le cause dell'influenza, cosa fare per prevenirla, riconoscere tutti i sintomi, cosa mangiare e gli alimenti da evitare, cosa prendere e i migliori rimedi naturali contro l'influenza.

L’influenza è una malattia infettiva acuta, contagiosa, causata da virus appartenenti alla famiglia dei Myxovirus, più precisamente agli Orthomyxovirus, che colpisce le vie aeree come gola, naso e polmoni, si stima che i soggetti colpiti ogni anno in Italia variano dai 5 agli 8 milioni.

Si tratta di una malattia nota ma non sempre facile da riconoscere perché alcuni suoi sintomi sono simili ad altre sindromi parainfluenzali come bronchite, faringite, raffreddore, polmonite e laringite, che hanno altre origini.

Le cause dell’influenza

Come accennato in precedenza, l’influenza è causata dall’infezione di un virus che appartiene famiglia degli Orthomyxoviridae, il virus si distingue in tipo A, B e C.

Il virus di tipo A circola nell’uomo e negli animali è causa le epidemie stagionali e quelle pandemiche; il virus B si presenta solo nell’uomo, soprattutto nei bambini e provoca piccole epidemie; il virus C presente solo nell’uomo non provoca epidemie e da origine a infezioni asintomatiche.

È noto come il virus dell’influenza sia soggetto a continue variazioni che portano a sottotipi virali responsabili delle epidemie influenzali di stagione.

Il virus dell’influenza si può trasmettere da una specie all’altra, quindi anche da uomo ad animale, quando si presenta questa condizione avviene un riassortimento del materiale genetico virale che da origine a nuovi virus.

Se il nuovo virus raggiunge un grado di adattamento nell’uomo al punto da permettere una facile trasmissione tra uomo-uomo, si va incontro ad una pandemia.

I sintomi dell’influenza

Il virus dell’influenza colpisce le vie aeree e aggredisce il primo tratto dell’apparato respiratorio, poi penetrare all’interno delle cellule e si moltiplica, nell’arco di poche ore la riproduzione virale viene completata.

La cellula aggredita dal virus si rompe dandogli la possibilità di uscire e infettare le altre cellule; solitamente l’infezione si autolimita e si risolve in un paio di giorni, anche grazie all’azione del sistema immunitario.

Le persone che soffrono di malattie respiratorie croniche e di patologie croniche hanno più difficoltà a reagire al virus dell’influenza e possono andare incontro a complicazioni.

Una volta a contatto col virus l’incubazione dura dalle 24 alle 48 ore, poi iniziano i primi sintomi in modo anche brusco: febbre, disturbi all’apparato respiratorio e manifestazioni di malessere generale.

La febbre arriva all’improvviso ed è generalmente alta con picchi fino a 39-40°C, accompagnata da altri sintomi come cefalea, dolori agli occhi, fotofobia, inappetenza e malessere per tutto il corpo. Non mancano disturbi dell’apparato respiratorio come mal di gola e naso chiuso.

Solitamente la durata dell’influenza è di 3-4 giorni ma può durare anche una o due settimane, non presenta disturbi dell’apparato digerente, causati da altri tipi di virus.

Come prevenire l’influenza

Cosa possiamo fare per prevenire il virus dell’influenza? Esistono alcune regole che, se seguite, possono far diminuire le possibilità di essere colpiti dal virus.

La prima regola è l’igiene, bisogna lavarsi spesso le mani soprattutto se si frequentano ambienti a rischio e pieni di persone come ospedali e uffici. Basta usare l’acqua e il sapone e asciugarsi con panni puliti o carta usa e getta.

Limitare la vicinanza con soggetti infetti e restare in casa se si è stati colpiti dal virus per evitare di contagiare altre persone.

Se si deve forzatamente stare a contatto con altre persone cercare di coprirsi naso e bocca con una sciarpa o un fazzoletto, questa regola vale per chi è colpito dal virus e per chi ancora non è stato colpito, perché il virus si trasmette con colpi di tosse e starnuti, attraverso goccioline di saliva che sono i veicoli preferiti per contagiare.

Se non è stato possibile lavarsi le mani cercare di evitare di avvicinarle a bocca, naso e occhi, perché i germi potrebbero entrare nell’organismo.

Infine, se si è stati colpiti dall’influenza è inutile prendere farmaci per attenuare i sintomi, in questo modo si impedisce al proprio organismo di reagire correttamente al virus.

Influenza: i rimedi naturali per curarla

In presenza dei primi sintomi di influenza, febbre e raffreddore è possibile assumere dei rimedi naturali che favoriscono il decorso e la guarigione più rapidamente.

Tra questi:

  • Bere una tazza di brodo caldo con un po’ di peperoncino aiuta la sudorazione e a far scendere la febbre, un ottimo antipiretico naturale fatto in casa.
  • Suffimigi: cioè l’inalazione di vapore in cui vengono disciolte delle sostanze che possiedono principi attivi in grado di alleviare i sintomi dell’influenza, il naso chiuso e il mal di gola. Si può sciogliere in una pentola di acqua bollente 1-2 cucchiai di bicarbonato di sodio che ha un’azione antisettica e decongestionante. Respirare i vapori dell’acqua calda aiuta a liberare le vie aeree ostruite dall’infiammazione e aiuta a respirare meglio. È possibile anche utilizzare degli oli essenziali ad attività antivirale, come menta piperita, eucalipto, bergamotto, rosmarino o melaleuca.
  • Masticare spicchi d’aglio aiuta l’organismo a disinfettarsi, grazie alle sue proprietà antibatteriche e antinfiammatorie.
  • Per combattere raffreddore e influenza molto utile anche l’alcol, un bicchiere di vino rosso caldo con cannella e miele o una tazza di latte con un po’ di cognac e i sintomi si attenueranno.

Utilissime anche delle piante officinali per preparare infusi e tisane, come:

  • Astragalo, che stimola il sistema immunitario e ha azione antivirale contro i virus più comuni da raffreddamento;
  • Uncaria, è utile nelle prevenzioni delle malattie da raffreddamento, soprattutto delle vie respiratorie;
  • Echinacea, che oltre a potenziare l’azione difensiva dell’organismo, evita complicazioni del virus e va assunta in fase di prevenzione o ai primi sintomi;
  • Achillea, possiede proprietà anti-infiammatorie ed è utilizzata per indurre la sudorazione, ridurre la febbre e alleviare i dolori muscolari;
  • Zenzero, contiene gingerolo e altre sostanze con una forte azione anti-infiammatoria;
  • Rosa canina, ricca di vitamina C, aiuta a migliorare le difese immunitarie.

Consigli utili contro l’influenza

Inoltre, in presenza del virus dell’influenza è importante adottare alcuni comportamenti che favoriscono la guarigione, come la modifica della dieta, introducendo alimenti favorevoli e che aiutano l’organismo a debellare la malattia come farinacei, mela, banane, riso bollito, cereali cotto e patate al forno.

Introdurre vitamina C nell’organismo stimola il sistema immunitario facendo aumentare i globuli bianchi nel corpo. Succhiare delle caramelle può essere utile per ridurre l’irritazione della gola, preferire quelle balsamiche, alle erbe o al miele.

Mettere i piedi nell’acqua calda aiuta a combattere influenza, congestione nasale e mal di testa; si consiglia di evitare alcolici e fumo perché potrebbero rallentare il processo di guarigione.

Cambiare continuamente fazzoletto, il virus può vivere diverse ore, quindi usare sempre lo stesso potrebbe impedire all’organismo di reagire nei tempi giusto.

È importante idratare continuamente il corpo bevendo molta acqua e dormire almeno otto ore per dare il giusto riposo all’organismo.

Infine, in presenza dell’influenza si potrebbe pensare di voler usare l’aspirina per avere un po’ di sollievo, mentre sarebbe meglio evitarla perché è famosa per irritare le mucose.

Influenza: cosa mangiare e gli alimenti da evitare

Quando si viene colpiti dal virus dell’influenza bisogna fare un’alimentazione equilibrata, ricca di Sali minerali e vitamine, soprattutto la vitamina C.

Si consiglia di mangiare grandi quantità di verdura e frutta, durante l’inverno ottimo è il consumo di verza, broccoli e cavoli, accompagnati da frutta secca come pistacchi, mandorle e noci.

Mangiare l’uva passa può essere utilissimo grazie al suo alto contenuto di resveratrolo e la sua azione energizzante che da forza al sistema immunitario.

Inoltre si consiglia di mangiare:

  • Spremuta di agrumi (ricca di vitamina C);
  • Frullato di frutta e verdura (apporto di vitamina C);
  • Tè al ginseng ( energizzante);
  • Miele ( per il mal di gola e raffreddore).

Invece non è consigliabile mangiare carne rossa perché i grassi animali ostacolano la capacità da parte dell’organismo di scacciare i germi che provocano l’influenza; evitare latte e latticini che favoriscono la formazione di muco; non magiare dolci, dolciumi e merendine perché ricchi di zucchero che possono indebolire il sistema immunitario che non agisce correttamente contro il virus dell’influenza.

Infine, evitare anche cibi fritti, snack salati e alcol che possono provocare disidratazione nel corpo e rendere difficoltosa la ripresa da parte dell’organismo.

L’influenza si combatte anche a tavola, scegliere i cibi giusti da un grande contributo nel debellare il virus e permettere al corpo di ritornare nelle normali condizioni di salute.

CONDIVIDI

Lascia un commento. La tua opinione per noi è importante!