Home Rimedi Naturali Cistite: cause, sintomi, rimedi naturali, alimentazione e consigli

Cistite: cause, sintomi, rimedi naturali, alimentazione e consigli

75
0
CONDIVIDI
cistite rimedi naturali alimentazione sintomi e cause
Cistite: cause, sintomi, alimentazione e rimedi naturali. Scopri i problemi legati alla cistite, i sintomi, le cause, cosa mangiare, i cibi da evitare e i rimedi naturali contro la cistite per alleviare i fastidi e il dolore.

Dolorosa e fastidiosa, la cistite fa la sua comparsa all’improvviso, e si presenta come una forte infiammazione urinaria che colpisce per lo più le donne. Questa particolare infezione che colpisce la vescica si manifesta in prevalenza fra i 20 ed i 40 anni, anche se a volte può colpire anche le bambine e le donne anziane, e raramente negli uomini. Vediamo di seguito cause e sintomi della cistite, e come curare questa particolare infezione con i rimedi naturali.

Cistite: le cause

La cistite colpisce per la maggior parte le donne e il motivo è proprio una delle cause principali: poiché vi è poco spazio fra l’uretra femminile, la vagina ed il retto la possibilità di essere aggredita dai batteri è molto alta. Tra le cause più frequenti una è la cattiva igiene, da curare con attenzione e con prodotti non troppo aggressivi che alterano il ph e abbassano le difese dell’organismo.

Anche i rapporti sessuali non protetti, l’uso dei tamponi vaginali per il ciclo e l’uso di spermicidi sono tra le possibili cause della cistite, e perfino una cura sbagliata di antibiotici e i calcoli renali passare nelle vie urinarie e provocare il proliferare dei batteri.

Uno dei batteri che attaccano con più frequenza la vescica è l’Escherichia coli, ma frequenti sono anche il Proteus e l’Enterococcus, che possono essere identificati tramite un’urinocultura, che rivela anche l’elevata presenza di globuli bianchi, globuli rossi, nitrati ed alterazioni del pH.

La cistite si può manifestare anche nelle bambine, solitamente per una cattiva igiene, mentre nelle ragazze e nelle donne la causa è dovuta in particolare ai rapporti sessuali.

Cistite: i sintomi

I sintomi della cistite sono molto facili da riconoscere proprio a causa del dolore o bruciore che si accusa durante e dopo la minzione, che rende difficile urinare e lascia la sensazione di aver bisogno ancora di urinare. Altri sintomi sono la minzione frequente, soprattutto durante la notte, che talvolta però non avviene o magari si riesce ad urinare solo poche gocce. In alcuni casi possono anche comparire spasmi dolorosi, tracce di sangue nell’urina, che ha un odore piuttosto sgradevole e un colore torbido. A volte può fare comparsa anche la febbre con presenza di brividi e dolori lombari.

Cistite: i rimedi naturali

Ai primi sintomi della cistite il rimedio immediato è quello di bere molta acqua e tisane, ma vi sono diversi rimedi naturali a cui ricorrere che si presentano molto efficaci e nel giro di qualche giorno fanno scomparire questo fastidioso disturbo.

Fra i rimedi naturali per combattere la cistite cronica importanti sono il corbezzolo, il sandalo, l’echinacea e la bardana. Queste piante esercitano un’attività antisettica a livello urinario e vengono associati ad estratti diuretici per favorire la minzione. Infatti, favorire la diuresi è molto importante, in modo da facilitare il lavaggio del tratto urinario e la riduzione dei batteri presenti nella vescica. Tra gli elementi naturali ad effetto diuretico ci sono anche l’asparago, la betulla, l’equiseto, la gramigna e il prezzemolo.

Anche i preparati naturali ad azione antinfiammatoria e spasmolitica come la camomilla si presentano spesso utili e vanno assunti sotto forma di infusi o tisane oppure sotto forma di estratti secchi concentrati o tinture madri. Anche l’ortica è un ottimo diuretico naturale, mentre il carciofo e il finocchio sono anche dei perfetti antinfiammatori. Efficace è anche la varietà americana del mirtillo rosso, ottimo anche questo come disinfettate ed antinfiammatorio.

Una tra le tisane in grado di sconfiggere la cistite è la tisana alla malva, un rimedio naturale e senza controindicazioni. La malva previene la cistite e ne riduce in maniera notevole gli effetti dell’infiammazione in corso. Conosciuta e apprezzata per le sue proprietà disinfiammanti e lenitive, allevia i fastidi della cistite e agisce nel giro di pochi minuti.

Anche l’erica è una pianta officinale utilizzata per la cura delle infezioni alle vie urinarie e che dà risultati notevoli: sostituita o affiancata al corbezzolo o all’uva ursina nella preparazione di tisane o infusi, ha proprietà astringenti e lenitive, oltre che diuretiche ed antisettiche.

Tra i rimedi naturali annoverato è l’uso della calendula, molto efficace nel curare la cistite per le sue proprietà antimicrobiche. Spesso la calendula viene abbinata alla malva nelle preparazioni erboristiche per aumentare suoi effetti benefici.

Anche il bicarbonato di sodio rientra tra i rimedi naturali efficaci contro la cistite: per utilizzarlo, basta bere un bicchiere d’acqua con un cucchiaino di bicarbonato di sodio e si ha un immediato sollievo dai sintomi della cistite.

Infine, anche la pilosella è una pianta officinale adatta in caso di cistite, da preparare e assumere sotto forma di tisane.

Cistite: l’alimentazione consigliata (cosa mangiare e cibi da evitare)

L’alimentazione corretta è fondamentale per guarire dalla cistite. Infatti, seguire una dieta sana, con abbondante consumo di frutta e verdura fresca, non solo è sinonimo di salute per tutti, ma in particolare chi soffre di cistite batterica. Mangiare sano contribuisce a mantenere le nostre difese naturali in forza e le rende maggiormente efficaci nel combattere le infezioni.

Cosa mangiare con la cistite per accelerare la guarigione

Prima di tutto, per accelerare la guarigione, bisogna bere molto e regolarmente, in modo da eliminare le tossine presenti nella vescica ed evitare così che questa si infiammi. Oltre al libero consumo di verdura e frutta fresca, nella dieta per guarire dalla cistite è importante inserire cibi come i lamponi, i mirtilli, le more, il ribes, l’uva spina, le carote, le barbabietole, la lattuga e anche le patate. In particolare, il ribes ha la capacità di fermare i batteri impedendogli di aderire alle pareti della vescica. In questo modo la proteggono dalle infiammazioni.

Atri cibi vivamente consigliati sono finocchi, cetrioli, indivia belga, ananas, mandarini, fragole, melone, anguria.

Nell’alimentazione per la cistite sono anche consigliati i cereali, il pane, la pasta, il riso.

Cibi da evitare con la cistite

Quando la cistite è di natura batterica, la proliferazione dei batteri è favorita dallo zucchero e quindi è necessario ridurre tutti gli alimenti che contengono zuccheri raffinati: bevande zuccherate e succhi di frutta confezionati, alcool, caffè, formaggi e insaccati.

Ma altri alimenti da evitare sono anche: carne, uova, pesce, latticini, agrumi, la frutta acida e secca in genere, aceto, cioccolata, cipolle, pomodori, mele, albicocche, alcol, bibite gassate, spezie, cibi piccanti e fritti e salse come maionese e ketchup. Questi ultimi, in particolare, rendono l’urina ancora più acida e aumentano il dolore addominale e il bruciore.

Cistite: consigli utili

Prevenire la cistite è possibile e basta seguire alcuni consigli per allontanare questo disturbo.

Prima di tutto, è consigliabile bere almeno due litri di acqua al giorno e andare regolarmente in bagno quando si avverte lo stimolo della minzione.

Per una maggiore prevenzione occorre anche fare attenzione alla biancheria intima e si consiglia di usare solo fibre naturali per combattere possibili infiammazioni.

Inoltre, è opportuno detergersi con cura prima e dopo un rapporto sessuale, tenere il colon pulito con un’alimentazione corretta e andare regolarmente di corpo.

Infine, fare attenzione a lavarsi sempre le mani prima di toccare i genitali e, se si è fuori, evitare i bagni pubblici, non usare asciugamani di altre persone (ma neanche in casa) e portare sempre dietro delle salviette disinfettanti. Per un’ulteriore precauzione, al mare evitare di tenere addosso troppo a lungo il costume umido e non utilizzare i tamponi interni.

CONDIVIDI

Lascia un commento. La tua opinione per noi è importante!