Home Rimedi Naturali Pressione alta (ipertensione): sintomi, rimedi naturali, dieta e consigli

Pressione alta (ipertensione): sintomi, rimedi naturali, dieta e consigli

155
0
Pressione alta (ipertensione) - sintomi, rimedi naturali, dieta (cosa mangiare e cibi da evitare) e consigli
Pressione alta (ipertensione) - sintomi, rimedi naturali e dieta. Scopri cos'è l'ipertensione, quali sono i sintomi, le cause, la cura, i rimedi naturali contro la pressione alta, cosa mangiare, gli alimenti da evitare ed alcuni consigli utili per abbassare la pressione sanguigna.

La pressione alta o ipertensione è una malattia da non sottovalutare, poiché, se non curata, può dare luogo a patologie ancora più gravi e pericolose per l’individuo. Ma cosa è la pressione alta? In pratica, la pressione è la forza che il sangue esercita sulle pareti delle arterie: se la pressione è troppo alta le pareti arteriose possono subire dei danni, possono restringersi o ispessirsi, sottoponendo il cuore a uno sforzo eccessivo.

Per tenere sotto controllo la pressione occorre moderare gli stili di vita, soprattutto con l’avanzare dell’età, e regolare l’alimentazione. Nella misurazione della pressione è importante sapere che il primo numero più alto corrisponde alla pressione massima o sistolica, mentre il secondo valore più basso corrisponde alla pressione minima o diastolica. Il valore che indica una pressione regolare è 120 per la pressione sistolica mentre per quella diastolica è 80 mmHg. Se la pressione è normale è possibile tenerla sotto controllo con una terapia per impedire che gli organi siano danneggiati.

Pressione alta: cause

In buona parte dei casi le cause legate alla pressione alta riguardano lo stile di vita e, soprattutto, l’alimentazione. Quindi, le cause possono essere: dieta ad alto contenuto di grassi, zuccheri e sale, eccessivo consumo di caffeina, alcolici o altri stimolanti, fumo, obesità, sedentarietà.

Anche la gravidanza può essere purtroppo portatrice di sbalzi di pressione, e spesso una pressione sanguigna molto alta. Ma anche i fattori genetici giocano un ruolo importante nel provocare la pressione alta e di solito influiscono in misura del 30% sulla possibilità di insorgenza del disturbo. Questo significa che, se un individuo ha dei familiari che soffrono di ipertensione, ha molte probabilità di sviluppare in futuro la patologia e quindi è necessario attenersi alle regole fondamentali per prevenirla.

La pressione alta però può derivare anche da determinate malattie. Come ad esempio l’ipertiroidismo, la coartazione dell’aorta, l’occlusione di un’arteria renale e la sindrome di Cushing. In questi casi prende il nome di ipertensione secondaria poiché dovuta ad una patologia, ed è anche individuarne la causa per intervenire in maniera diretta. Molto spesso l’ipertensione di secondo grado è dovuta al forte stress lavorativo, che impedisce all’individuo di rilassarsi e condurre una vita meno frenetica.

Pressione alta: sintomi

Tra i sintomi che possono essere considerati dei veri e propri campanelli d’allarme vi sono improvvisi mal di testa, rossore al viso, sudorazione eccessiva e spesso anche si possono accusare disturbi alla vista. Avere anche dei giramenti di testa o il respiro accelerato possono essere considerati sintomi di ipertensione e quindi non vanno sottovalutati. In questi casi, è opportuno consultare il medico e controllare se i valori della pressione sono troppo elevati.

Per eseguire velocemente il controllo della pressione basta comunque tenere a portata di mano un apparecchio per controllare la pressione e accertarne subito il valore.

Pressione alta: rimedi naturali

Tra i rimedi naturali per combattere la pressione alta l’aglio è senza dubbio il più conosciuto ma anche il più efficace. Infatti, l’aglio è uno degli alimenti da inserire nella dieta perché riduce la pressione sanguigna e l’adenosina che contiene aiuta la vaso dilatazione. Per un’azione più efficace è opportuno consumarlo crudo, in quanto agisce più rapidamente bloccando la formazione di coaguli di sangue e riducendo non solo il colesterolo, ma anche il rischio tumori al colon, al tratto gastrointestinale ed allo stomaco. Per avere un’efficacia sicura basta ingoiare 3 o 4 spicchi d’aglio crudi tritati, da assumere con acqua calda.

Fra gli altri rimedi naturali contro l’ipertensione vi sono anche i probiotici, ovvero batteri buoni che aiutano a ridurre la pressione. I probiotici sono presenti in alimenti fermentati come lo yogurt, il kefir, i crauti, il miso, il tempeh, il kombucha, i formaggi fermentati e il latticello.

Invece, per chi desidera una bevanda e non può bere il caffè, può optare per il karkadè (infuso preparato con i fiori di ibisco): berne tre tazze al giorno aiuti a controllare la pressione alta. Anche l’infuso di tiglio aiuta a fluidificare il sangue ed ha un effetto vaso dilatatore, così come il biancospino, la valeriana, e l’achillea, da preparare sotto forma di tisane. E anche il tè verde è un’ottima bevanda per tenere sotto controllo la pressione alta: assumerne non più di quattro tazze al giorno.

Tra gli altri rimedi efficaci sono anche l’acqua di cocco oppure un cucchiaio di polvere di cardamomo.

Pressione alta: dieta (cosa mangiare e cibi da evitare)

L’alimentazione è un fattore fondamentale da tenere sotto controllo per chi presenta i sintomi della pressione alta. Per agevolare il mantenimento di una buona pressione, si dovrebbe seguire una dieta specifica, in cui è inclusa la riduzione del sale, grassi e zuccheri. Vediamo nello specifico cosa mangiare e quali cibi evitare in capo di pressione alta.

Cosa mangiare con la pressione alta

Seguire una dieta equilibrata e consumare anche degli alimenti che apportano benefici è la soluzione migliore per tenere sotto controllo la pressione alta. Tra i cibi da consumare regolarmente vi sono frutta e verdura: infatti, la frutta è ricca di potassio, vitamina C e fibre solubili che riducono la pressione arteriosa ed ha anche un basso contenuto di sodio, fondamentale per tenere regolare la pressione sanguigna.

Importante nella dieta per la pressione alta è l’assunzione di potassio, contenuto in cibi come banane, patate, anguria, pomodori, spinaci, arance, soia e mandorle. Ottimi come fonte di calcio sono alimenti come la ricotta, latte, spinaci, verdure, ma anche il pesce, tra cui tonno e sgombro, è un alimento che apporta notevoli benefici sulla pressione sanguigna.

Alimenti da evitare con la pressione alta

Prevenire l’ipertensione significa evitare certi cibi a tavola e seguire una corretta alimentazione. La prima cosa da fare per regolare la pressione alta è diminuire il consumo di sale a tavola, di alimenti ricchi in sodio, come il pane e la pizza, perché sono causa di ritenzione idrica. Al posto del pane col sale si può consumare pane integrale o senza sale.

Da bandire dalla tavola anche i salumi, perché ricchi sia di sale che di sodio e anche certi tipi di carne confezionata, come il roast-beaf, il tacchino o il pollo. Evitare anche le zuppe già pronte, che spesso contengono troppo sale, mentre una zuppa preparata fresca è salutare e fa bene alla pressione.

Tra i cibi da evitare sono banditi anche i condimenti grassi come burro, lardo, panna, pancetta, margarine, bevande zuccherate come cola, acqua tonica, tè freddo. Anche i succhi di frutta sono da evitare perché contengono naturalmente zucchero e hanno molte calorie. Tenersi lontano anche da torte, pasticcini, biscotti, merendine, brioche, caramelle, budini, cibi affumicati, cibi sott’olio e cibi sott’aceto.

Pressione alta: consigli utili

Seguire una corretta alimentazione aiuta a tenere lontana la pressione alta, ma anche una leggere attività fisica aiuta molto a combattere l’ipertensione. Infatti, si consiglia di camminare, fare aerobica, ballare, andare in bici o anche fare yoga per tenere a bada l’ipertensione. Una leggera attività fisica scarica la tensione e allenta lo stress, favorendo un rilassamento generale.

Anche bere una bevanda calmante aiuta a controllare la pressione alta: indicatissimo è il karkadè, da preparare sotto forma di tisana e da berne tre tazze al giorno. Ottimo anche l’infuso di tiglio o di biancospino, entrambi efficaci per rilassare e dilatare le arterie. Se si preferisce il tè, meglio optare per il tè verde, o ancora dell’acqua di cocco, utile per abbassare la pressione alta.

Ovviamente, per chi soffre di pressione alta, è fondamentale che prima di tutto smetta di fumare e di prendere caffè, altrimenti qualsiasi rimedio non produce effetti positivi.

Lascia un commento. La tua opinione per noi è importante!